Andrea e l'amore per il vino, dall'astigiano al Medio Oriente

Vivo in Israele e ho conosciuto mia moglie israeliana a Torino. Lei era iscritta all’Università Ebraica di Gerusalemme e io volevo fare un dottorato di ricerca. Così ho deciso di farlo in Israele avendo quindi l’opportunità di vivere con lei. Attualmente ho appena terminato un dottorato di ricerca in chimica ed ho una piccola cantina vinicola. Qui in Israele i miei attuali amici provengono dalla rete di mia moglie e dai miei colleghi universitari. Il gap culturale e le difficoltà linguistiche rendono abbastanza difficile espandere la propria rete sociale e purtroppo non ho avuto modo di conoscere altri piemontesi qui.
Nel corso della pandemia ho avuto la fortuna di vivere in campagna quindi, a parte la riduzione dei rapporti sociali, ho mantenuto una qualità della vita piuttosto alta. Ho però vissuto uno dei miei momenti più difficili non potendo tornare a casa durante le feste e stando in un paese dove non si festeggia né il Natale né Capodanno.

Pubblicato il 15.06.2021

da: Portacomaro (AT)
a: Gerusalemme, Israele

##portacomaro ##scapàdaca ##piemontesinelmondo ##israele ##gerusalemme

1 di 2

Pubblicato il 15.06.2021

da: Portacomaro (AT)

a: Gerusalemme, Israele

##portacomaro ##scapàdaca ##piemontesinelmondo ##israele ##gerusalemme

Vengo da Portacomaro (AT). Del mio paese d’origine mi manca l’inverno freddo e le estati non cocenti come in Medio Oriente, la cucina ed in generale la terra a cui appartengo. Non mi manca l’età media della popolazione che si alza, la mentalità troppo conformista e formale e il pessimismo. Sono convinto che tornerò a vivere nel Bel Paese: non essendo scappato dall’Italia per sempre o per cambiare vita la vedo con molta nostalgia e sento molta voglia di fare per migliorare la situazione attuale.
Israele è un paese molto giovane, informale, aperto di mente, ottimista e anticonformista. Non mancano però i lati negativi legati alla guerra, al terrorismo, al razzismo e all’estremismo religioso.
Il momento più felice vissuto in Israele? Quando è stato pubblicato un articolo sulla nostra cantina sul giornale nazionale e abbiamo capito che gli israeliani apprezzano molto il nostro vino.

Pubblicato il 17.06.2021

2 di 2

Pubblicato il 17.06.2021

L'itinerario di questa storia 

Scapà da ca è un progetto di della Fondazione Enrico Eandi, fondazione culturale piemontese dedita alla valorizzazione, divulgazione e promozione del patrimonio culturale del Piemonte.