Giulia, Ivrea-Sydney andata e ritorno

“Ho vissuto per più di quattro anni a Sydney, dopo averne trascorsi altrettanti a Londra. Il momento in cui ho deciso che avrei lasciato casa, la mia famiglia, i miei amici e le mie radici lo ricordo come se fosse ieri: ero in macchina con mio papà e ad un certo punto lui si è girato e, out of the blue, mi ha chiesto “ma tu cosa ci fai ancora qua?”. L’ho guardato ed era serio. Dopo circa qualche settimana da quella conversazione stavo prenotando un viaggio di sola andata per il Regno Unito.
Il momento più felice nella mia esperienza da espatriata è stato quando mi sono resa conto di aver realizzato tutti gli obiettivi che mi ero posta.”

Pubblicato il 21.06.2021

da: Ivrea (TO)
a: Sydney, Australia

#australia #ivrea #scapàdaca #piemontesinelmondo #sydney

1 di 3

Pubblicato il 21.06.2021

da: Ivrea (TO)

a: Sydney, Australia

#australia #ivrea #scapàdaca #piemontesinelmondo #sydney

Per quanto riguarda il crearsi una rete sociale posso dire che in realtà è molto più facile di quello che possa sembrare dall’esterno: siamo “animali sociali” (chi più e chi meno) e il cercare chi è simile a noi è un passaggio da cui non ci si può tirare indietro. In qualche modo si cerca di ricreare un qualcosa simile alla famiglia che hai lasciato in Italia. E molto spesso ci si riesce!

Pubblicato il 23.06.2021

2 di 3

Pubblicato il 23.06.2021

Credo che l’Italia sia il Paese più bello del mondo: un mix di cultura, storia, belle arti, meravigliosi landscapes e personaggi pazzeschi. Quello che preferisco, però, è la ricchezza della varietà che ci circonda: i dialetti, i borghi meravigliosi, le tradizioni che si tramandano di generazione in generazione, la bellezza e unicità di ogni singola Regione con i prodotti tipici e le eccellenze.
Non credo, però, che ci si renda veramente conto del potenziale che ci è stato regalato e che, a volte, diamo per scontato. E preferirei non aggiungere altro!

Pubblicato il 25.06.2021

3 di 3

Pubblicato il 25.06.2021

L'itinerario di questa storia 

Scapà da ca è un progetto di della Fondazione Enrico Eandi, fondazione culturale piemontese dedita alla valorizzazione, divulgazione e promozione del patrimonio culturale del Piemonte.